Come le Banche ci stanno fregando.

di | 31 Maggio 2015

anatocismo-390x405

 

Ho appena finito di leggere un libro di un ex manager bancario e devo dire di avere trovato al suo interno tutto quello che sapevo già ma non esattamente nelle varie sfaccettature e dinamiche.

La lettura del libro mi ha portato a completare quel puzzle che conoscevo già
ma che non ero riuscito a completare.
Per questo motivo devo dire grazie all’autore (scusami se non menziono ne il suo nome ne il titolo del libro stesso per non fare pubblicità).

In esso ho trovato delle cose che metterebbero veramente in crisi quanti si sono trovati a patire varie problematiche con le banche.
Problematiche più o meno gravi e che alcune volte hanno portato al fallimento di tante aziende e con esse alla perdita del lavoro per tanti padri di famiglia.

Vi scrivo qua le prime righe di questo libro:

La principale attività di una banca dovrebbe essere la raccolta del risparmio e l’erogazione del credito.
Una missione nobile, che tutela gli interessi della collettività e contribuisce alla crescita dell’economia di un paese. Questa attività è incoraggiata e sostenuta dallo stato, come stabilisce l’articolo 47 della Costituzione.
Ma la stragrande maggioranza degli istituti di credito oggi non sa nemmeno cosa sia questa nobile missione e si dedica quasi esclusivamente ad attività di tipo speculativo.
E’ questa la loro vera e unica ragion d’essere.
Una mutazione genetica che negli ultimi venti anni ha coinvolto i dipendenti delle banche, dagli amministratori delegati che hanno dettato la linea ai dirigenti di zona che quella linea l’hanno messa in pratica senza scrupoli.
Da consulenti del correntista siamo diventati tutti voraci procacciatori di utili – ha detto esplicitamente l’autore del libro.

Un manager bancario che mette in risalto tutti quei comportamenti anomali delle banche, per il tramite dei loro funzionari, nei confronti dei loro correntisti la dice lunga sullo stato attuale di quelle tantissime aziende che sul credito hanno basato la loro ragion d’essere e la loro sopravvivenza.

Nel libro si leggono tutte quelle “magagne” messe in atto dai funzionari delle banche ai loro correntisti che servono ad esse per fare profitto e di queste voglio solamente menzionare le più importanti senza comunque dimenticare quelle piccole cose che sommate poi a tutte quelle altre per le migliaia di correntisti finiscono sempre per essere delle voci importanti e da non sottovalutare.

  • Le assicurazioni richieste obbligatoriamente quando obbligatorie poi non sono;
  • Le richieste di rientro immediate (di solito 5 giorni);
  • Le rinegoziazioni dei rapporti dove spesse volte inseriscono la voce “Novazione” che non è altro che una sorta di cancellazione di tutto quanto sta a monte e che serve ad evitare alla stessa banca di essere poi chiamata in giudizio e a soccombere nel procedimento;
  • Le accettazioni di somme provenienti dal sommerso e che quindi i correntisti non possono canalizzare immediatamente e la relativa imposizione di particolari forme di assicurazioni, spesse volte a premi unici ed anticipati, a coperture dei rischi e che invece rappresentano grandi guadagni per le stesse banche.

Voglio fermarmi qui ma veramente ci sarebbe tanta carne al fuoco da diventare completamente indigesta per qualsiasi individuo che si alza la mattina dal letto con l’intento di mandare avanti onestamente la propria azienda e con essa assicurare un vivere dignitoso ai propri dipendenti e alle loro famiglie.

Il mio auspicio è che nel giro di poco tempo queste cattive abitudini possono venire soppiantate da comportamenti etici e che puntino non soltanto al proprio arricchimento ma ad uno sviluppo e al benessere di tutta l’intera comunità.

Intanto, grazie ad una grossa azienda che opera in ambito nazionale, ho iniziato questa mia nuova attività che va nella direzione di fare una corretta consulenza a tanti imprenditori che oggi si trovano quasi asfissiati da codesti istituti di credito e valutare se esistono le condizioni di intraprendere quelle attività che possono consentire loro di riottenere quello che comunemente viene chiamato il  “Maltolto” e soprattutto di consentire loro di risolvere tante problematiche ancora più gravi come per esempio:

  • Decreti Ingiuntivi,
  • Pignoramenti verso terzi e Immobiliari
  • Esecuzioni Immobiliari.

Di queste situazioni ne stiamo gestendo parecchie ed hanno consentito a parecchi imprenditori di potersi rialzare da una situazione così difficile e drastica che da lì a poco avrebbe potute metterle al tappeto.

Se sei un imprenditore, piccolo a grande che sia ma anche un privato che ha ottenuto in passato per esempio un Mutuo per l’acquisto della propria casa (anche se questo è stato estinto da non più di 10 anni), allora contattami con fiducia per una Consulenza gratuita.
Hai la possibilità di controllare gratuitamente tutti i tipi di rapporti bancari e scoprire se essi sono in ordine o viziati da anomalie più o meno gravi.

Solo nel caso fossero viziati allora potrai decidere liberamente di intraprendere quelle attività che hanno consentito a tantissimi altri imprenditori di rimettere a posto i loro rapporti, riottenere il maltolto e salvare le loro aziende per le quali hanno investito spesse volte tutta la loro vita.

Girolamo Alongi
Consulente in Anomalie bancarie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.