Come Vendere prima presentando meglio l’immobile.

di | 26 Febbraio 2013

 

Spesse volte mi sento fare una domanda particolare da qualcuno dei venditori.
Perchè il mio Immobile ancora non si vende e qualche altro, invece,
nel giro di poche visite viene acquistato?

Ho deciso di parlarne qua nel mio Blog perchè, malgrado il mio notevole sforzo 
nella direzione di spiegare loro una delle possibili ragioni, in tanti rimangono
ancora perplessi.
E continuano ancora a pensare: sih !!!
" Il mio Immobile si trova talmente ben posizionato " che il motivo
per cui ancora non si vende dipende solo ed
esclusivamente dal periodo negativo.

Lo so, tutto questo è verissimo ma a volte non è la sola ragione.

Voglio farti adesso una domanda:
Se tu fossi un acquirente e hai chiesto la visita di un appartamento
ad un Agente Immobiliare o direttamente al proprietario e ti fossi trovato di fronte
ad un ingresso ( il biglietto da visita di un immobile ) come nel primo caso della foto, quale sarebbe stata la tua "Immediata impressione" ?

Conosco già la tua risposta.
Pertanto faccio a meno nel porre la domanda riferita al secondo caso.

 

 

 

Avrai sicuramente compreso l'oggetto di questo mio post.

In tanti ancora mi chiedono:
Come mai il mio immobile pur essendo ben posizionato, luminoso, a due
passi dal centro e dalle fermate degli autobus ancora non si vende e quello
del sig. Matteo, ( nome di pura fantasia ma fatti realmente accaduti )
per esempio, è riuscito a venderlo?
Non è che per caso ha lavorato di più e meglio per l'immobile del Sig. Matteo
e non si è dedicato abbastanza alla vendita del mio?

In uno di questi casi ho fatto notare al cliente che l'immobile 
del Sig. Matteo, pur essendo ubicato in una zona meno 
centrale, pur essendo meno luminoso e sicuramente più 
distante dal centro e dalle fermate dei mezzi urbani con appena 
sei visite effettuate è stato venduto mentre invece
il suo, malgrado le ventisette visite effettuate, ancora si trova
sul mercato e che, una delle possibili cause è di sicuro
la " non corretta presentazione "
Lasciando intendere con questo che trattandosi pur sempre
di Vendita, anche l'occhio vuole la sua parte. 

E allora malgrado i miei ripetuti consigli, come quello di
ri-tinteggiare il vano scala e posizionare qualche allegro quadro
e qualche pianta, e poi ancora, dare una ripulita 
all'appartamento da tutte le scartoffie sparse un po qua
e un po la e soprattutto, dare una piccola sistemata ai seppur
pochi mobili presenti e infine una bella pulita alle 
vecchie tende ( ormai impregnati di polvere, fumo, e chissà cos'altro …)
oltre che una bella tinteggiata alle pareti, il Sig. Roberto
( anch'esso nome di fantasia ma nella pratica un venditore in carne ed ossa),
si ostina a ripetermi:
Mimmo secondo me il motivo non è questo ma dipende 
magari da una gestione pubblicitaria non azzeccata.

Non ti sto qua a spiegare quanto tempo mi costa per farglielo comprendere
sta di fatto che l'immobile del Sig. Matteo è stato venduto dopo appena
sei visite ( tenendo conto anche della forte stagnazione del mercato )
mentre invece, il suo, dopo ben ventisette visite è
ancora sul mercato pur avendo adeguato in discesa, diverse volte,
il prezzo richiesto che lo pone ben al di sotto del reale valore di mercato.

Ancora in tanti si ostinano a pensare come dieci anni fa, quando, credimi,
si vendeva di tutto, si vendevano catapecchie, si vendevano immobili fatiscenti
senza badare a spese.

I tempi, purtroppo per lui e per tanti altri, sono cambiati.
Gli acquirenti sono sempre più accorti, esigenti e 
soprattutto, si lasciano condizionare da quelle 
che sono le proprie " Emozioni".
Le emozioni che ricevono visitando un immobile.

Si, hai letto bene, si tratta di emozioni, perchè al di la di quelle che sono:
le quattro pareti, il soffitto e il pavimento, una casa oggi è un' emozione.
L'acquirente che visita per la prima volta una casa, immediatamente si rispecchia
in esso, immagina di veder crescere li i propri figli e soprattutto
considera, anche se incosciamente, se lo stesso può
rappresentare veramente quel "nido" dove poter coltivare il suo amore
per la propria compagna.

E allora, smettiamola di lamentarci se oggi gli immobili stanno più tempo sul mercato,
piuttosto concentriamoci soprattutto sul come poterlo presentare al meglio
al futuro acquirente.
E' vero, il periodo non è dei migliori ma se non facciamo nulla per aiutare gli 
acquirenti, questi rimarranno sempre spiazzati e alle prese con inutili
perdite di tempo. 
E ne faranno perdere tantissimo anche a te che devi vendere e a noi
che cerchiamo, spesse volte invano, di coprire l'evidenza.

Bene, è chiaro, questa è pur sempre una mia opinione
ma voglio farti notare che proprio di recente è nata la 
figura dell' Home Stager, quella figura professionale nata negli Stati Uniti
e che adesso si sta sviluppando anche nel nostro paese
che ha l'obiettivo di rendere una casa più presentabile mettendone
in risalto tutte le caratteristiche positive.
In poche parole rendere una casa più attraente e soprattutto
capace di creare " Emozioni".
E tutto questo, credimi, non è un semplice caso.

Volevo chiederti, a questo punto, un tuo parere spassionato
commentando questo post, ma non perchè cerco conferme ma
solo per conoscere i diversi punti di vista della gente comune che mi
consentono di affrontare meglio il mercato attuale e soprattutto per 
poter dare ai miei clienti sempre degli ottimi consigli.

Grazie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.