Il perchè di un mercato in crisi

di | 18 Novembre 2012

 

Beh!!! nessuno può dire il contrario.
Il dato reale è che dal 2007 assistiamo ad una caduta libera del numero delle compravendite e la conseguente discesa dei prezzi.
E' vero la discesa dei prezzi non è generalizzata per cui se in determinate zone c'è stato un abbattimento anche dell'ordine del 40% o quasi in altre zone il prezzo ha subito una discesa meno ripida.

Tutti si chiedono del perchè di questo crollo e  per quale motivo si è verificato tutto questo.

In un recente video all'interno della trasmissione Ballarò è stao spiegato dettagliatamente ciò che è successo ma gli operatori finanziari, a parer mio, non hanno dato le giuste motivazioni.

Intanto rivediamo il video  e poi approfondiamo

 

 

Avete seguito?

Benissimo.

Cosa avete tirato fuori?
Sicuramente che i due operatori finanziari interpellati hanno detto delle sacrosante verità:

  • E' impensabile che oggi la Banca dia il 100% del valore dell'immobile;
  • in questa fase di mercato se oggi la banca da 100 e dopo il valore dell'immobili passa a 50 per la Banca si verifica una perdita enorme.
     

Su questo possiamo essere tutti d'accordo.
Il problema è che i due operatori interpellati si sono limitati ad analizzare la realtà di oggi e non recitare, invece, il "mea culpa" sulle ragione che hanno portato i prezzi a schizzare così in alto negli anni cosidetti d'oro. Negli anni in cui il mutuo lo si dava a "TUTTI" con quelle che sono state le conseguenze.
E' vero, diranno loro che quella scelta è stata dettata da ovvie ragione di particolari politiche di credito, quelle politiche che gli hanno portato enormi guadagni trasferendo quelle che poi sarebbero diventate delle patate bollenti in capo ad altre banche d'investimento ( Cartolarizzazione dei Mutui ).
Sappiamo benissimo come è finita per molte di queste banche e del fatto che la cosidetta CRISI che stiamo attraversando a livello globale dipenda quasi esclusivamente da questo.

E adesso?

Beh!! adesso le Banche hanno messo un po la testa a posto… e adesso prima di concedere un Mutuo fanno meglio le loro opportune verifiche e soprattutto hanno variato le loro politiche di credito portando a stringere quasi del tutto i rubinetti del credito anche perchè a conti fatti conviene di più, per loro, investire in titoli di stato che concedere un mutuo.

Tutto questo chiaramente ha influito tantissimo sulla situazione attuale del mercato immobiliare e chi ne piange le conseguenze sono sempre gli utenti finali !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.